Unseen performances

Le Unseen Performances sono na serie di azioni private registrate, una riflessione sul corpo e sulla sua costante relazione con una vasca da bagno.

The Unseen Performances are series of private recorded actions, a reflection on the body and its constant relationship with a bath tube.

Unseen performance #1

(video 5′)
Unseen Performance #2 schermata-2016-09-24-alle-14-56-50 schermata-2016-09-24-alle-15-33-56C’è un mito degli indiani del Nord America che racconta come è stata creata la terra: il mondo era tutto coperto di acqua, e le terre emersero da essa successivamente, quando uno scarabeo iniziò a cospargere il fango in superficie. Questa è un’azione registrata privatamente che si svolge in una vecchia vasca da bagno trovata, il corpo vi ci entra per cospargere dell’argilla al suo interno. Si muove disponendo la materia con tutto il peso e nella sua interezza.

There was a myth from the North America’s natives that tells about the creation of hearth. The globe was all covered by water, and all the lands emerged from it afterwards, when a scrabble spread mud all over the surface. Every time I spread clay into an intimate space, everytime I scatter black sand into it, I connect my action with the moment of creation.

Unseen Performance #3

(Black and white photographs on paper)

La Unseen performance #3 è una serie fotografica di grandi dimensioni ispirata alla tecnica del carborundum. L’artista si fa fotografare mentre cosparge attorno a se del quarzo nero, un minerale che viene spesso utilizzato  nei fondi degli acquari. All’interno dello spazio circoscritto il corpo dell’artista viene immerso visivamente, diventando un segno calligrafico e arrivando alla totale integrazione nel mondo dell’immagine.