Chew Over

La grande colonna era eretta laddove ora un grande buco ha preso lo spazio e le sembianze di una grande voragine

[ENG below]

Il duo franco-italiano John Mirabel e Francesca Mussi espone nel suggestivo spazio di una ex-turca condivisa presentando tre lavori principali.

Una gomma da masticare è un materiale che viene inciso, modellato e trasformato per creare una forma in continuo cambiamento. Da un altro punto di vista, si tratta di un oggetto che si compra, consuma e scarta in tempi record. Può acquisire il significato di quella che può definirsi una scultura occasionale mutevole, come mutevole e multipla è la sua valenza semantica. In più, Chewing Gum collocata in Spazio Bidet suggerisce un rumicare, un pensare continuo che si traduce sotto forma di visione futuristica del passato: “Chew Over”. Il termine suggerisce un flusso ipotetico di pensiero, dal quale convergono ricordi multipli.

Da qui, nella parte opposta dello spazio è collocata l’immagine Fata Morgana (N.P.U) che fa da scenario visivo a Hadale Zone: una composizione sonora immersiva compo- sta da suoni sconosciuti registrati da scienziati e militari nelle profondità oceaniche. La fotografia è stata scattata nel 2016 sulla sommità di un edificio abbandonato, il Linde-nauer Hafen di Lipsia, adiacente ad un grosso fiume. Il contesto esperito da l’accesso a un’ascesa personale e mitologica in cui il lettore prende il posto del narratore: si tratta dell’antica leggenda delle colonne di Ercole. Questo fatto appare come una visione che si inscena nel paesaggio circostante, una riflessione sul flusso continuo e senza limite del consumismo.

………………………………………

Chew Over is a duo show by Francesca Mussi and John Mirabel exposed in an ex-public toilet at the project space Spazio Bidet.

A chewing gum is a tooth-engraved-object, shaped and transformed to create an ever-changing shape. From another point of view, it is an object that can be bought, consumed and discarded in record time. It can acquire the meaning of what can be called “occasional mutable sculpture”, because it has a changeable and multiple semantic value. In addition, Chewing Gum placed in Spazio Bidet suggests a continuous thinking presented as a futuristic vision of the past: “Chew Over”. The term suggests a hypothetical thought flow, from which multiple memories converge.

From here, on the opposite side of the space, the work Fata Morgana (N.P.U) is placed. This big-sezed photography acts as a visual scenario for Hadale Zone: an immersive sound composition composed of unknown sounds recorded by scientists and military personnel in the ocean depths.

Fata Morgana (N.P.U) was taken in 2016 on the top of an abandoned building, the Linde-nauer Hafen in Leipzig, built next to a river. The context experienced in the show gives access to a personal and mythological ascent in which the reader takes the place of the narrator: it is about the ancient legend of the columns of Hercules. This fact appears as a vision staged in the surrounding landscape, a reflection on the continuous and limitless flow of consumerism.