Brobeeds

3 2 7

[ENG below]

Questo libro d’artista è ispirato a I Viaggi di Gulliver, in cui il protagonista naufraga in un paese di giganti. Il piccolo libro d’artista è contenuto in una scatoletta nera, come Gulliver veniva custodito come un animale raro. Al suo interno sono contenute frasi che si possono leggere solo tramite una lente di ingrandimento che si riferiscono ad alcune considerazioni sul mondo esperibile. Per contrasto, sette incisioni realizzate con tecniche calcografiche miste si alternano al testo. Si aprono come una mappa di una città e riportano il paesaggio ingigantito agli oggi del personaggio: la superficie della pelle diventa la pianta di una città, i peli cutanei si trasformano in cancelli invalicabili e così via.

………………………………

This artist’s book is inspired by The Gulliver’s travels, in which the character shipwrecked in a world of giants. The books illustrates the distorted vision of Gulliver, who is approaching the micro into the macro. As Swift affirms: “Philosophers are undoubtedly right when they say that nothing is great or small except for comparizon”.

The artist’s book is contained in a small box and it can only be read through a magnifying glass. Mixed to the text there are seven etchings that can be opened like geographic maps realized with different techniques: softground, hardground and photo-etching.