Fata Morgana (N.P.U)

Fata Morgana (N.P.U), digital Print on alluminium, 100×140 cm, 2018

The work is in collaboration with John Mirabel exhibited at a duo show with him at Spazio Bidet. The photograph was shot in 2016 on the top of an abandoned building, the Linde-nauer Hafen in Leipzig, adjacent to a large river. From the experienced context, the artists accompanied the work with a written text in the form of a flow of thought. The image and the word give access to a personal and mythological ascent in which the reader takes the place of the narrator: this is the ancient legend of the Pillars of Hercules. This fact appears as a vision that is staged in the surrounding landscape, a reflection on the continuous and limitless flow of contemporary consumerism. The image presents an uprooted column of Hercules, the trace of a landscape devastated by the man’s corrosive action, in which the primary resources appear as a distant mirage.

………………………………………………..

Il lavoro è in collaborazione con John Mirabel esposto a un duo show con lui a Spazio Bidet. La fotografia è stata scattata nel 2016 sulla sommità di un edificio abbandonato, il Linde-nauer Hafen di Lipsia, adiacente ad un grosso fiume. Dal contesto esperito gli artisti hanno accompagnato il lavoro con un testo scritto sottoforma di flusso di pensiero. L’immagne e la parola danno l’accesso a un’ascesa personale e mitologica in cui il lettore prende il posto del narratore: si tratta dell’antica leggenda delle colonne di Ercole. Questo fatto appare come una visione che si inscena nel paesaggio circostante, una riflessione sul flusso continuo e senza limite del consumismo contemporaneo. L’immagine presenta una colonna d’ercole sradicata, La traccia di un paesaggio devastato dall’azione corrosiva dell’uomo, in cui le risorse primarie appaiono come un lontano miraggio.